GDPR – REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY


Il Regolamento Europeo Privacy è entrato in vigore il 25 maggio 2016 e si applica in tutti gli Stati Membri dal 25 maggio 2018, termine ultimo per l’adeguamento alla nuova legge sulla privacy.

La versione definitiva del testo del GDPR 679/16 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 4 maggio 2016. Il regolamento fa riferimento alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

In Italia ha abrogato la direttiva 95/46/CE, così detta “Direttiva Madre” e ha sostituito il Codice Privacy.


REGOLAMENTO Europeo PRIVACY

Il GDPR o Regolamento Europea Privacy ha introdotto nuove tutele a favore degli interessati, e inevitabilmente nuovi obblighi a carico di Titolari e Responsabili del trattamento di dati personali. Segnaliamo l’introduzione del diritto dell’interessato alla “portabilità del dato” (ad. es. nel caso in cui si intendesse trasferire i propri dati da un social network ad un altro) e del diritto all’oblio per cui ogni individuo può richiedere la cancellazione dei propri dati in possesso di terzi (per motivazioni legittime). Questo può accadere ad esempio in ambito web quando un utente richiede l’eliminazione dei propri dati in possesso di un social network o di altro servizio web.

Per Titolari e Responsabili del trattamento le novità sono state parecchie. Il principio della accountability comporta l’onere di dimostrare l’adozione, senza convenzionalismi, di tutte le misure privacy adottate nel rispetto del Regolamento Europeo. Bisogna redigere e conservare opportune documentazioni come il Registro delle attività di trattamento (art. 30) in cui vengano riportare tutte le attività di trattamento dati svolte sotto la responsabilità del titolare al trattamento o del responsabile. Viene richiesto di cooperare con l’autorità di controllo notificando qualsiasi violazione dei dati personali alla stessa e al diretto interessato (art. 32-34).


FAQ-regolamento europeo - legge privacy

Poco tempo?

GDPR – le FAQ più comuni

Risposte “dritte al punto” alle più comuni domande sul GDPR