privacy-donazione-corpo-mondoprivacy

In esito all’attività di valutazione richiesta dal Ministero della Salute, il Garante Privacy Italiano si è espresso positivamente – con parere favorevole – in merito allo schema di decreto (e al relativo disciplinare tecnico) in materia di modalità di trasmissione telematica delle dichiarazioni con cui l’Interessato abbia acconsentito all’utilizzo del proprio corpo e dei tessuti post mortem per finalità di studio, di formazione e di ricerca scientifica.

Gli incaricati della ASL di appartenenza provvederanno ad inserire le dichiarazioni di consenso degli Interessati-donatori all’interno di una specifica banca dati (DAT: banca dati delle disposizioni anticipate di trattamento) tenuta presso il Ministero della Salute, insieme ai seguenti dati personali e informazioni, che potranno essere conservati per un periodo non superiore ai 10 anni dal decesso del donatore ovvero, nel caso di minorenni, fino alla data di compimento della maggiore età:

  • dati relativi al donatore;
  • dati del fiduciario e del sostituto nominati dal donatore, e la relativa accettazione di nomina;
  • per i soli donatori minorenni, la dichiarazione di consenso di entrambi i genitori;
  • eventuali revoche.

Le dichiarazioni potranno essere rese nelle forme che seguono, mediante consegna di persona all’Ufficio di Stato civile del comune di residenza o alle strutture sanitarie:

  • atto pubblico;
  • scrittura privata autenticata;
  • videoregistrazione o (nel caso di donatori affetti da disabilità) altri dispositivi di supporto.

 

 

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!