webscraping

Il webscraping costituisce oggi una delle principali tecniche di approvvigionamento per addestrare i sistemi di AI.

Sebbene il fenomeno sia estremamente fruttifero, alla luce della legge sulla privacy, esso presenta alcune caratteristiche non troppo apprezzabili. A livello pratico, si tratta di un’attività di raccolta di dati personali pubblicati online per specifiche finalità di cronaca, trasparenza amministrativa o altre, approfittando delle scarse misure di sicurezza dei siti e delle piattaforme; di conseguenza, la principale violazione del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR) contro cui il Garante intende intervenire, per comprendere se e come adottare i necessari provvedimenti, è l’art. 32 GDPR: nella fattispecie, il titolare del sito web (quale Titolare del Trattamento), presso cui è compiuto il webscraping, non ha attuato le misure tecniche e organizzative adeguate per garantire un livello di sicurezza adeguato al rischio, a tutela dei diritti e delle libertà dell’Utente-Interessato.

Per questi motivi, il Garante Privacy ha avviato un’indagine conoscitiva al fine di verificare che i siti pubblici e privati abbiano adottato le necessarie misure di sicurezza, tecniche ed organizzative, per impedire la raccolta massiccia di dati pubblicati sulle pagine web.

L’indagine del Garante, in questo caso, si presenta come un importante momento di confronto e di cooperazione con altri soggetti, che sono stati espressamente e pianamente coinvolti a contribuire all’approfondimento: l’Autorità, infatti, ha presentato un invito alle Associazioni di categoria interessate, alle Associazioni dei consumatori, ad esperti e ad accademici, ritenendo fondamentale il loro contributo nel corso dell’indagine conoscitiva, al fine di tendere al risultato migliore possibile. A tal proposito, il Garante Privacy ha messo a disposizione l’indirizzo di posta elettronica webscraping@gdpd.it presso il quale è possibile inviare commenti e contributi sulle misure di sicurezza ritenute più idonee per contrastare il fenomeno.

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!