Secondo una recente indagine ISTAT, solo il 48,3% delle imprese con almeno dieci dipendenti dispone di documenti relativi a misure, pratiche o procedure di sicurezza informatica. Meno della metà delle aziende italiane, quindi, ha provveduto a predisporre misure finalizzate all’implementazione della sicurezza dei propri sistemi che, mai come oggi, soprattutto a fronte dell’ingente sviluppo de lavoro da remoto, espone le società ad ingenti rischi.

Più volte abbiamo trattato l’importanza del tema relativo alla cybersecurity e, con l’avvento della pandemia, la sicurezza informatica ha comportato riflessioni sempre maggiori, soprattutto con riferimento al lavoro da remoto. Infatti, sin dal principio dell’emergenza sanitaria, il legislatore ha predisposto una serie di misure di semplificazione per i datori di lavoro, affinché potessero garantire continuità operativa alle aziende anche durante i periodi di chiusura imposti con la decretazione d’urgenza. In tale situazione emergenziale, quindi, le imprese si sono trovate a fare i conti con la scarsa consapevolezza rispetto alla sicurezza dei loro sistemi informatici.

Secondo l’analisi ISTAT, infatti, oggi la cybersecurity preoccupa ben il 45,1% delle imprese più dimensionate, le quali sono arrivate addirittura a stipulare assicurazioni al fine di tutelarsi dagli incidenti informatici. La percentuale diminuisce, invece, al 14,4% tra le imprese di minore dimensione.

È evidente, peraltro, l’impatto che avrà il recente provvedimento legislativo, il quale ha posto fine alle misure di semplificazione per il c.d. smartworking, terminate a far data dal 1° gennaio 2023. La legge 29 dicembre 2022, n.197, infatti, meglio nota come Legge di Bilancio 2023, non ha prorogato il regime semplificato del lavoro agile, mantenendo tale prerogativa esclusivamente per i lavoratori fragili.

In caso di contrattualizzazione del lavoro da remoto, quindi, le imprese dovranno occuparsi e preoccuparsi di implementare le misure di sicurezza dei propri sistemi al fine di garantire, anche in caso di smartworking, la miglior tutela della propria organizzazione.

Cybersecurity: i dati del 2022

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!