ai-gara-aperta

Di recente Google ha lanciato una nuova AI generativa, Gemini, ponendosi in piena competizione con l’ormai goffo ChatGPT. Eh sì, perché i rumors lasciano trasparire la potenza del nuovo sistema di Intelligenza Artificiale: 20 volte più potente dell’ultimo GPT4; capace di generare ed elaborare testi, immagini e video; addestrabile mediante le Tensor Processing Units (TPU) di Google e costantemente connesso ad internet per poter integrare quasi nell’immediato le proprie conoscenze e capacità, grazie allo straordinario bagaglio di conoscenze reperibili sui motori di ricerca di Google.

Anche Amazon ha annunciato il lancio di un aggiornamento per Alexa in arrivo nel 2024, e al momento sta investendo sull’AI Anthropic.

Infine troviamo Apple che, a differenza dei suoi competitor, appare statica nel campo dell’AI e in ritardo per primeggiare nella corsa: infatti, il celeberrimo Siri lanciato nel 2008 dall’Azienda di Cupertino, è considerato oggi il sistema di Intelligenza Artificiale più arretrato, non avendo ricevuto aggiornamenti rivoluzionari dalla sua uscita. Può darsi che Apple abbia già qualche asso nella manica ancora segreto, ma al momento l’ultima posizione è tutta sua.

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!