password-garante-acn

Le ricerche continuano a confermare come la cattiva abitudine di creare password facili per diversi servizi online sia alla base di compromissioni che portano alla violazione di dati personali.

Nella maggior parte dei casi, gli attacchi sono indirizzati a colpire siti di intrattenimento (35,6%), social (21,9%) e e-commerce (21,2%); mentre solo 1,3% raggiunge i servizi finanziari, prova che banche e istituti di credito sono tra i più attenti nella salvaguardia dei profili dei propri utenti.

ACN (Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale) e Garante privacy hanno così deciso di mettere a punto delle linee guida utili ai Titolari del trattamento per la corretta conservazione delle password, con l’obiettivo di fornire indicazioni sulle modalità ad oggi più sicure (hashing, crittografia e algoritmi) da implementare sui sistemi informatici utilizzati.

Il target di riferimento sono le pubbliche amministrazioni e i fornitori di servizi “critici” quali telefonia, strutture sanitarie, gestori di PEC e mail, studi legali…, ma, ovviamente, le indicazioni possono essere uno spunto per realtà di ogni tipo e dimensione.

Se volete approfondire il tema, a questo link Garante privacy e ACN insieme per un ambiente digitale più sicuro…. – Garante Privacy potete scaricare le linee guida.

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!