Il DDL cybersicurezza è legge

Con 80 voti favorevoli, tre contrari e cinquantasette astenuti, il Senato ha approvato il DDL Cybersicurezza, ovvero il disegno di legge “Disposizioni in materia di rafforzamento della cybersicurezza nazionale e di reati informatici volto a rafforza la cybersicurezza a livello nazionale.

Nuove misure approvate

Tra le misure approvate l’inasprimento delle pene per i reati informatici, l’obbligo per le amministrazioni di segnalare, entro ventiquattro ore, gli attacchi subiti all’Agenzia per la Cybersicurezza e l’obbligo di istituire la nuova figura del Responsabile della cybersicurezza.

Vengono inasprite, poi, le pene per i reati informatici, con ingenti modifiche al codice penale che vede implementato il novero dei reati, con l’aggiunta del reato di truffa on line, con aggravanti per coloro che commettono reati utilizzando siti e piattaforme, oltre alla confisca obbligatoria degli strumenti informatici da cui trarre fondi per garantire un risarcimento alle vittime.

Ulteriori modifiche al codice di procedura penale, poi, riguardano la competenza per le indagini che attengono tutti i reati informatici, attribuita alla procura distrettuale, oltre alla deroga al regime ordinario per la proroga delle indagini preliminare ed un termine di durata massimo per le stesse, pari a due anni.

Modifiche, inoltre, apportate alla composizione del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica che, tra i propri componenti, da ora, annovererà il Ministro dell’Agricoltura, quello delle Infrastrutture e quello dell’Università.

 

Ultimi articoli dal blog

Metadati, gli aggiornamenti del Garante – Mondo Privacy

Noyb dice no all’utilizzo dei dati per l’IA – Mondo Privacy

Ti serve una consulenza privacy?

Il nostro team sarà felice di trovare la soluzione perfetta per te!